ITINERARI DI DEMOCRAZIA. PER-CORSO DI FORMAZIONE CIVICA SULLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Le classi terza della Scuola Secondaria di primo grado sono state destinatarie di un per-corso di formazione civica sulla Costituzione della Repubblica Italiana, promosso dalla Dirigenza dell’Istituto in collaborazione con l’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), locale e provinciale.

Il sistema di attività si è aperto con la presentazione della mostra “Donne della Resistenza. Madri della Costituzione. Itinerari di Democrazia” a cura della dott.ssa Luisa Sassu, è proseguito con il convegno “Verso il 25 aprile, gli studenti incontrano la Costituzione” e si è concluso con la condivisione dei lavori realizzati dalle studentesse e dagli studenti, nella prospettiva educativo-didattica “Itinerari di Democrazia”.

 

Alla significazione comunitaria della Festa della Repubblica del 2 Giugno (1946-2021) sono finalizzati i contributi testuali che seguono.

Progetto-concorso PARLAWIKI, Un voto non è un like!

La classe III D della Scuola Secondaria di primo grado ha partecipato, nell'ambito delle attività afferenti all'insegnamento dell'Educazione civica, al Progetto-Concorso nazionale "ParlaWiki" promosso dalla Camera dei Deputati in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione. Lo ha fatto con il contributo "Un voto non è un like!": un invito a riflettere sull'esercizio corresponsabile della cittadinanza politica e della cittadinanza digitale. Il lavoro non ha raggiunto la finale, tuttavia si ritiene debba essere proposto all'attenzione e alla riflessione dell'intera comunità scolastica. La pubblicazione sul sito è occasione per ringraziare i 19 protagonisti e il "volontario della cultura" che ha guidato la "divulgazione civica". 

FORMAZIONE ONLINE PER L'INSEGNAMENTO DELL'EDUCAZIONE CIVICA

FORMAZIONE ONLINE PER L'INSEGNAMENTO DELL'EDUCAZIONE CIVICA

SCHEDE DIDATTICHE PER L'EDUCAZIONE CIVICA

SCHEDE DIDATTICHE PER L'EDUCAZIONE CIVICA

Allegati:
Scarica questo file (INFANZIA.pdf)INFANZIA.pdf[ ]1070 kB
Scarica questo file (PRIMARIA.pdf)PRIMARIA.pdf[ ]1488 kB
Scarica questo file (SECONDARIA PRIMO GRADO.pdf)SECONDARIA PRIMO GRADO.pdf[ ]1133 kB

FORMAZIONE FAI 14/01/2021

FORMAZIONE FAI 14/01/2021

Allegati:
Scarica questo file (WEBINAR FAI 14 01 2021.pdf)WEBINAR FAI 14 01 2021.pdf[ ]389 kB

PROGETTO EDUCAZIONE AL PATRIMONIO CULTURALE E AMBIENTALE

PROGETTO EDUCAZIONE AL PATRIMONIO CULTURALE E AMBIENTALE

Allegati:
Scarica questo file (Opuscolo FAI.pdf)Opuscolo FAI.pdf[ ]1100 kB

ORGANIGRAMMA PER LA DIDATTICA DELL'INSEGNAMENTO DELL'EDUCAZIONE CIVICA

ORGANIGRAMMA PER LA DIDATTICA DELL'INSEGNAMENTO DELL'EDUCAZIONE CIVICA

LINEE GUIDA DI RECIPROCITÀ PER L’INSEGNAMENTO-APPRENDIMENTO DELL’EDUCAZIONE CIVICA

LINEE GUIDA DI RECIPROCITÀ PER L’INSEGNAMENTO-APPRENDIMENTO DELL’EDUCAZIONE CIVICA

 

La novità didattica dell’anno scolastico 2020/2021 è l’introduzione, o forse il ritorno, in tutte le scuole, con la sensibilizzazione già dalla scuola dell’infanzia, dell’Educazione civica come disciplina con una valutazione autonoma.

Si tratta, come afferma il testo della Legge 20 agosto 2019, n. 92, di un “insegnamento trasversale” in quanto il suo percorso presenta saperi comuni con le altre discipline e, come tale, sarà svolto da più docenti in contitolarità, con un docente di riferimento che avrà poi cura di “tirare le fila” con i colleghi.

Conoscenze e abilità rimangono di pertinenza delle rispettive discipline, ma vengono attivate in relazione a un quadro formativo più ampio, volto a rendere consapevoli i cittadini di oggi e formare quelli di domani.

Responsabilità, partecipazione, solidarietà sono le parole chiave delle indicazioni del Ministero dell’Istruzione, oltre che i principi ispiratori dell’Educazione civica.

1. L’Educazione civica contribuisce a formare cittadini responsabili e attivi e a promuovere la partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle comunità, nel rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri.

2. L’Educazione civica sviluppa nelle istituzioni scolastiche la conoscenza della Costituzione Italiana e delle istituzioni dell’Unione Europea per sostanziare, in particolare, la condivisione e la promozione dei principi di legalità, cittadinanza attiva e digitale, sostenibilità ambientale e diritto alla salute e al benessere della persona.

Informazioni aggiuntive